Cibo anticolesterolo

Risultano benefici ai fini del mantenimento sottocontrollo del livello di colesterolo, tra gli alimenti più comuni e appetibili: Legumi, Avena, Agrumi e mele, carota, Aglio e cipolla.Gli alimenti consigliati fanno gi tutti parte della nostra abituale alimentazione, anche se vengono introdotti, no in quantit terapeutiche e con regolarit , non pongono perciò particolari problemi. Un discorso a parte merita l'Avena

Legumi

il contenuto proteico li rende alternativi alle carni ed ai latticini, specialmente se abbinati ai cereali (la pasta e fagioli di Bertoldo tanto per intenderci). Inoltre i legumi svolgono anche una funzione"attiva" nel controllo del Colesterolo , favorendone l'eliminazione e limitandone la produzione e l'assorbimento. Poco più di 200 gr. di fagioli(peso cotto) al giorno hanno ridotto il colesterolo ematico del 15%;

Avena

in chicchi, in fiocchi ed in farina (dalla farina non integrale alla crusca) è un altro alimento in grado di attenuare in misura significativa il livello di Colesterolo totale e segnatamente del tenore di LDL. 90 gr. di crusca d'avena al giorno hanno provocato una riduzione del 13% del colesterolo totale e del 14% di LDL;. Non va, inoltre, trascurato l'effetto benefico delle crusche, e degli altri alimenti ricchi di fibre in genere, sul funzionamento dell'intestino specie nei soggetti sofferenti di stipsi;

Agrumi e mele

grazie alle sostanze contenute nella pellicola bianca che li avvolge gli agrumi sono possono controllare il livello di Colesterolo nel sangue agendo sia sul meccanismo di eliminazione sia su quello di assimilazione. 2-3 mele al giorno hanno ridotto il colesterolo del 10-30% nell'80% dei soggetti monitorati;

Carota

cruda, oltre ad altri benefici effetti connessi al suo contenuto vitaminico, farebbe abbassare il tenore di Colesterolo dell'11% assumendone 200 grammi al giorno;

Aglio

salutare anche sotto altri aspetti, ha la propriet di abbassare il livello di Colesterolo totale e delle LDL e di incrementare, per contro, le HDL. L'assunzione di uno spicchio di aglio crudo al giorno ha mostrato di abbassare il colesterolo di circa il 9%. Considerandone gli effetti indesiderati(alito) e per taluni, la sua scarsa appettibilit è possibile assumerlo essiccato sotto forma di compresse(Kwai) completamente inodori ed insapori.Risulta, invece, generalmente poco efficace l'assunzione dell'aglio cotto i cui principi attivi vengono distrutti o notevolmente attenuati dal calore;

Cipolla

come l'aglio la cipolla è un alimento salutare sotto diversi aspetti: efficace diuretico, ha anche un accertato potere antibatterico (contro colibatteri, stafilococchi e salmonelle) e lassativo (cotta). Per quanto ci interessa la cipolla ha dimostrato di avere il potere di neutralizzare o attenuare, con effetto immediato, le alterazioni indesiderate del sangue indotte dall'ingestione di alimenti ricchi di Colesterolo (burro, panna, uova) e, per converso, di aumentare fino al 30% in più il livello del colesterolo "buono" (HDL). La cipolla, inoltre, ha la propriet di aumentare la fluidit del sangue risultando quindi benefica, anche sotto questo aspetto, al fine di diminuire il rischio di ictus ed infarti. La quantit da ingerire, giornalmente, è pari a 50-60 grammi ma la cipolla deve essere cruda e,preferibilmente, del tipo "forte".

I dati sopra riportati compaiono nel "Manuale di terapia con gli alimenti" di Nico Valerio (Mondadori, 1995). Per valutarne il significato, che comunque non ha valore assoluto ma solamente statistico, occorrerebbe conoscere le condizioni in cui sono stati acquisiti, il campione preso in considerazione, etc.etc. Sicuramente, così come si presentano, ci dicono che gli alimenti considerati sono efficaci in misura apprezzabile e possono essere assunti in dosi accettabili.


Come assumere gli alimenti anticolesterolo: l'Avena

Fiocchi d'avena

si possono consumare crudi versandovi sopra del latte caldo o altro liquido bollente (passato di verdure, brodo vegetale). Possono essere impiegati nelle minestre al posto della pastina (5-7 minuti di cottura) e per l'approntamento di biscottini o croccantini.

Farina d'avena

non è di facile impiego ma se ne può ottenere un buon pane in unione con altre farine. Può entrare nella preparazione di qualche dolce e qualche crema.

Crusca d'avena

la sua consistenza e sapore (da cotta) ricordano il semolino. Pertanto si può cucinare, per 20 minuti e mescolando spesso, nel latte o in altro liquido aromatizzato o meno. Tenere presente che per 3 cucchiai colmi di crusca (60 grammi circa) occorrono circa 400 grammi di liquido. Può essere usata anche negli impasti per farcire verdure ed al posto del pane grattato, sempre per farcire.
vai al Ricettario
vai al rubrica cucina veloce
scrivi a Luciana curatrice del sito e del ricettario!