Ripartizione delle calorie

Avendo rilevato che gran parte del colesterolo proviene dai grassi qualcuno potrebbe prendere in considerazione, in eccesso di salutismo, di tagliare del tutto o ridurre a livelli molto bassi l'uso dei condimenti grassi. Sarebbe un grave errore perchè un'alimentazione equilibrata deve provvedere all'assunzione giornaliera di una certa quantit di lipidi. Facendo una media delle indicazioni fornite dai vari testi sulla nutrizione si può affermare che la provenienza giornaliera delle calorie deve essere attribuita per il:

  • 60% ai glicidi (zuccheri, pasta, riso...); 1g= 4kcal
  • 10% ai protidi (carne, pesce, legumi); 1g= 4kcal
  • 30% ai lipidi (olio, grasso...); 1g= 9kcal
con la precisazione che non più del 10% delle calorie può provenire da grassi saturi ("cattivi").Quest'ultima precisazione secondo la quale,del totale dei lipidi giornalieri, il 10% massimo può provenire da grassi saturi, mentre il restante 20% deve provenire da grassi insaturi(con un rapporto di 2 a 1 a favore della componente "buona") ci fornisce un criterio per giudicare la componente lipidica degli alimenti. Tale componente può essere giudicata positivamente quanto più il rapporto fra acidi grassi insaturi e saturi si avvicina a 2, o meglio, lo supera.

    vai al Ricettario
    vai al rubrica cucina veloce
    scrivi a Luciana curatrice del sito e del ricettario!